sabato 24 maggio 2014

REVIEW | Chanel Vitalumière Aqua

Se l’altro giorno vi ho parlato del fondotinta del mio cuore (qui la review), oggi voglio parlarvi del suo fratellino, ovvero il fondotinta che è stato al top della mia classifica per due anni fino al mese scorso e che si trova ora al secondo posto. 
Di cosa potrei parlare se non del mio adorato Chanel Vitalumière Aqua?


La prima cosa che salta all’occhio guardando questo fondotinta è il packaging, completamente diverso dagli altri fondotinta del brand. Quando qualche hanno fa Chanel ha creato questo prodotto a base d’acqua ha scelto di puntare alla leggerezza non solo per quanto riguarda la formula ma anche la confezione: lasciando da parte il vetro, si è scelta una boccetta in plastica leggera e maneggevole, facile da trasportare e poco ingombrante. I due colori mescolati assieme mi piacciono molto e fanno capire subito che in quel contenitore non ci sono una crema o un trattamento ma un fondotinta.

L’applicazione di questo prodotto è facile e veloce. La boccetta va prima agitata per permettere agli ingredienti e alle varie formule di mescolarsi assieme. Se vi dimenticaste questo step, vedreste uscire dal flaconcino solo una strana acquatta colorata. Anche questo fondotinta preferisco applicarlo con le dita piuttosto che con il pennello: non ci sono paragoni. Potete far uscire il prodotto direttamente sulle  punte delle dita e sul dorso della mano e poi stenderlo scaldandolo con i polpastrelli. Mi piace applicarlo sfumandolo dal centro del viso verso l’esterno, per un risultato più naturale.

La formula è leggera e sottile ma idratante allo stesso tempo. Appena si inizia a stenderlo, si avverte come il prodotto si fonde con la pelle, lasciandola morbida e fresca. Proprio per la facilità di assorbimento, consiglio di applicarlo quando la crema idratante ancora no si è asciugata del tutto. In questo modo la stesura sarà più facile e si eviterà di stressare troppo la pelle nel tentativo di portare il prodotto già quasi assorbito dove si vuole.


Il risultato è quello di una pelle estremamente naturale, luminosa e morbida e la sensazione è super confortevole. La luminosità che regala questo prodotto è data tutta dalla sua formula, non ci sono particelle riflettenti di nessun tipo (vade retro). L’effetto è decisamente naturale e regala un effetto “pelle sana”. La coprenza è modulabile, da leggera a media. Se siete a caccia dell’effetto copertura totale, nello stile M.A.C. Studio Fix Fluid, mi spiace ma questo fondotinta Chanel non fa per voi. Nonostante sia un fondotinta adatto alle pelli normali, trovo che vada benissimo anche su pelli miste come la mia. Soprattutto in inverno, mi da la giusta quantità di confort ed idratazione, lascia la pelle luminosa ma non troppo e mi garantisce il giusto punto di coerenza per le mie esigenze. L’effetto è quello di una “seconda pelle” e anche alla vista, se beccate il colore giusto, sembrerà che abbiate addosso tutto tranne che il fondotinta.

Ho terminato e riacquistato il Vitalumère Aqua più volte nel corso degli ultimi anni. Si sa, quando si termina e si ricompra uno spesso prodotto significa che è proprio amore! Ho usato moltissime colorazioni diverse, in base al periodo dell’anno e al grado di pallore o abbronzatura. Il mio colore invernale è il 30 Beige (che ora ho terminato) e quello primaverile il 40 Beige. A fine dell’estate, quando l’abbronzatura è al suo massimo, inizia la discesa di tonalità verso l’inverno....Si parte con il 60 Beige (che ho terminato a settembre e che ora è fuori produzione), si passa per il 50 Beige e poi si sprofonda verso il pallore. Attualmente, ho una confezione di 40 ed una di 50 che è agli sgoccioli. Vi faccio vedere gli swatch:

A sinistra, il 40 beige e a destra il 50 beige.


Nella prima foto i due fondotinta non sono minimamente sfumati ma prelevati dalla boccetta e spalmati. Nella seconda, invece, li ho sfumati leggermente con il dito. Si può notare come il 40 Beige (sinistra) tra i due appaia come il più scuro nella prima foto ma invece, una volta sfumati entrambi, si capisce che la tonalità più scura è proprio il 50 Beige che ha anche un sottotono molto più giallo.

Oltre ad essere un fondotinta con la F maiuscola, il Vitalumière Aqua ha di buono anche il profumo. Sono incapace con le descrizioni ma direi che è una fragranza floreale e lussuosa. Certo, il profumo non è la parte essenziale di un cosmetico ma, come si dice, anche il naso vuole la sua parte, no? E poi, con la tradizione di profumi che ha alle spalle, se non ce lo fa Chanel un fondotinta che profuma di buono chi ce lo dovrebbe fare?

Il prezzo non lo ricordo con precisione ma è di circa 30 € per una quantità di 30 ml di prodotto.

Consiglio questo prodotto alle ragazze che sono in cerca di un fondotinta dalla coprenza da leggera a media (è leggermente modulabile), che dia un risultato naturale (è perfetto per il giorno) e che dia luminosità al viso senza lucidare.

See you soon,

Jo ♥

giovedì 22 maggio 2014

REVIEW | Bourjois Rouge Edition Velvet

Dopo aver acquistato il mio primo Bourjois Rouge Edition Velvet, a Cannes, un mese fa, me ne sono follemente innamorata ed ho ricevuto settimana scorsa due nuovi colori ordinati su Asos.
Che cos’hanno di così speciale? Scopriamolo assieme!


I Rouge Edition Velvet fanno parte della famiglia dei rossetti liquidi, con la particolarità di essere non lucidi e laccati ma opachi. Inizialmente ne avevo comprato uno soltanto perché solitamente detesto prodotti come questo. Se mi conoscete di persona lo sapete: odio con tutto il cuore lip gloss o rossetti liquidi perché mi da proprio fastidio quella sensazione di bagnato ed appiccicaticcio sulle labbra! Quando c’è un pochino di vento e ci si appiccicano i capelli, poi....Mi innervosisco solo all’idea!
Anyway, dicevamo....Non avevo molte aspettative su questi rossetti ma ero comunque curiosa di provarli dato che ne avevo sentito parlare benissimo. Inutile dire che per me sono FANTASTICI, MERAVIGLIOSI, STRAORDINARI, FORMIDABILI ed anche INCREDIBILI! Non so se ho repsol’idea! Vabbè, ora torno seria.

Il packaging è quello tipico di ogni gloss. Mi piace particolarmente il fatto che il tubetto sia quadrato e non rotondo, che il tappo sia tono su tono e che ci sia quel bordino nero che impreziosisce il tutto. Il tubetto è in plastica ovviamente ma vi posso assicurare che sembra vetro. Anche l’applicatore è quello tipico di rossetti liquidi e lucidalabbra. Inizialmente ho storto un po’ il naso perchè non credevo che potesse garantire a precisione necessaria per applicare questo prodotto ma alla fine mi sono ricreduta: funziona a meraviglia e permette di stendere la giusta quantità di prodotto.

L’applicazione e la resa sulle labbra sono fantastiche. Una volta steso il prodotto, vi sembrerà di aver applicato un balsamo o un rossetto idratante. La sensazione è incredibile soprattutto mentre vi guardate allo specchio e vi rendete conto di quanto siano intensi ed opachi i colori. Nei primi secondi che passa sulle labbra, il prodotto è leggermente lucido e brillante ma alla velocità della luce si asciuga, si opacizza e si prepara a durare ore. Una volta asciugato e “stabilizzato”, il rossetto continua a darvi la sensazione di labbra idratate ma vi sembrerà di non avere su assolutamente nulla perché la formula è completamente asciutta e vellutata. È una cosa incredibile, si finisce per dimenticarselo. 

La durata è il punto di forza di questo rossetto: io l’ho tenuto in casa per un pomeriggio senza fare attenzione a mangiare, bere o fumare e dopo cinque ore era ancora lì, quasi perfetto. Se vi date un bacio vigoroso sulla mano, potrete appena intravvedere il colore della labbra sulla pelle ma nulla a che vedere con un normale rossetto mat che lascerebbe un segno ben più evidente. Quando a fine serata tornerete a casa e dovrete rimuoverlo (vero che vi struccate sempre tutte le sere?) ve lo dico già: vi servirà lo stesso bifasico che usate per sciogliere l’eye-liner: latte detergente o acqua micellare son troppo gentili per questi bad boys, a meno che non scegliate di sfregarvi le labbra per cinque minuti e ritrovarvele gonfie come un canotto.

I colori che ho io sono tre, anche se non è difficile immaginare che li vorrei tutti ed otto! Anzi no, il nude non lo voglio perché mi pare proprio un color morte! Se avete letto il post haul di Cannes, magari vi ricorderete che il primo che ho comprato è stato Frambourjoise, un bellissimo rosso fragola nel quale si riesce a distinguere sia il punto di rosso che quello di rosa: spettacolare. Tra tutti è ancora il mio preferito, non per nulla l’ho scelto per primo! I secondi arrivati, dopo un’attenta ponderazione, sono stati Peach Club, un arancio intenso più che un pesca, ed Olè Flamingo, un fucsia profondo e non troppo acceso. Ho cercato di farvi degli swatches migliori possibili ma mi rendo conto che, purtroppo, i colori non sono chissà quanto distinguibili.

Da sinistra verso destra: Frambourjoise (02), Peach Club (04) & Olè Flamingo (05).

Il prezzo è di 12,64 € su Asos (ecco qui il link diretto). Come sapete Bourjous, che io non smetterò mai di ricordare essere la casa cosmetica che produce anche i cosmetici Chanel, non vende in Italia quindi se li desiderate dovete o prenotare un viaggetto o preparare il conto Paypal. Vi consiglio vivamente ASOS piuttosto che eBay o affini: i prezzi sono buoni (in Francia costano un pelino di più), il pacco arriva velocemente, la spedizione è tracciata ed affidabilissima. 
La quantità è di 6,7 ml di prodotto.

I Rouge Edition Velvet sono estremamente opachi, estremamente confortevoli ed estremamente a lunga tenuta. Tutte cose che sembrerebbero non poter andare a braccetto tutte assieme. Eppure Bourjois ce l’ha fatta ed ha creato quello che, secondo me, è il rossetto liquido perfetto. Detto da me che di rossetti liquidi prima non ne volevo proprio sentir parlare....Chapeau!

Buona giornata,

Jo ♥ 

REVIEW | Chanel Perfection Lumière Velvet

È inevitabile, quando Chanel chiama e lancia un nuovo fondotinta, le beauty junkie di tutto il mondo non possono far altro che arrendersi al fascino del brand e rispondere. Questa volta, lo Chanel Perfection Lumière Velvet ha chiamato me.
Voglio andare subito al sodo e dirvi che io ho trovato il fondotinta della mia vita! Non ho avuto alcun dubbio dal primo momento che l’ho steso sul viso: me ne sono letteralmente innamorata.
Dev’essere stato il destino a farci incontrare perché già mesi prima della sua uscita io sapevo che doveva essere mio, ne ero inevitabilmente attratta ed ora capisco il perché.


Chanel lo descrive come «un fondotinta estremamente leggero effetto "seconda pelle”» che «leviga e uniforma il colorito per un risultato naturale, opaco e vellutato. Grazie alla sua leggerezza, la consistenza fluida di Perfection Lumière Velvet soddisfa le esigenze delle pelli normali e miste che  tendono a lucidarsi. Questa consistenza ultra morbida si fonde istantaneamente sulla pelle, trasformandosi in un velo opaco cipriato naturale che si fa subito dimenticare».

Io sono d’accordo, al 100%, non sono mai stata più d’accordo con qualcosa prima d’ora.


Il packaging è incredibile. Riesce ad essere semplice e minimale ma lussuoso allo stesso tempo, senza dover ricorrere al vetro o a boccette dalle forme particolari. La confezione è piccola, leggera e compatta ed è assolutamente perfetta da portare con sé in borsetta o per viaggiare dato che non si romperà mai. La finitura nera e lucida lo rende molto elegante alla vista e piacevole al tatto. Poi vabbè, stiamo parlando di Chanel quindi la cosa va strettamente a braccetto con “il packaging più figo che ci sia”.


Passando all’applicazione, tenete presente che è un fondotinta a base d’acqua. Questo significa che la boccetta va shakerata per bene prima di prelevare il prodotto. All’interno ci sono una o due palline che sentirete tintinnare e che mescolano per bene il tutto e finchè agitate il prodotto lo sentite proprio il suono della consistenza acquosa e liquida. Secondo me il modo indubbiamente migliore per stendere questo fondotinta è con le dita: essendo un prodotto molto leggero e a base d’acqua, i pennelli tenderebbero a succhiare ed assorbire troppo prodotto, rendendo l’applicazione decisamente più faticosa e costringendovi ad inutili sprechi. Ciò che preferisco fare io è prelevarne la giusta quantità sul dorso della mano, intingerci il polpastrello, mettere un po' di prodotto su fronte, naso, guance e manto e lavorarlo con movimenti circolari delle dita. Il calore delle mani rende la stesura davvero veloce e semplice, a prova di incapace. Solo alla fine mi piace usare il pennello pulito, per essere sicura di sfumare bene il prodotto ai lati del viso e verso il collo.

La texture è lussuosissima: è sottile ma cremosa, asciutta e cipriata. Essendo un fondotinta a base d’acqua, il prodotto scivola sulla pelle ed è facile da sfumare ma, allo stesso tempo, viene presto assorbito dalla pelle e si fonde con essa. Il fondotinta contiene un SPF 15.

Il risultato sulla pelle è incredibile: la pelle risulta sia luminosa che asciutta e vellutata allo stesso tempo. Non sembra di aver addosso nessun fondotinta, né alla vista e né a sensazione. Ecco, credo che “velvet” sia proprio l’aggettivo che meglio descrive questo prodotto. La cosa che mi piace di più è che questo fondotinta è decisamente diverso da tutti gli altri dedicati alle pelli miste. Spesso, infatti, questi prodotti sono sì mat ma anche corposi e pastosi ed appiattiscono il viso eliminando ogni profondità ed è una cosa che detesto. Chanel è riuscito a creare un fondotinta perfetto perchè l’acqua idrata senza appesantire (non è affatto vero che le pelli miste non hanno bisogno di idratazione, anzi) e le polveri contenute nella formula rendono la pelle liscia e non la fanno lucidare. In più, la formula aiuta a minimizzare i pori e non si sente sul viso. Che volere di più?

La coprenza va da leggera a media. Per fortuna, non ho cronici problemi di pelle e non ho bisogno di molta coprenza quindi per me va benissimo la prima passata. Ho notato, però, che si tratta di un prodotto modulabile, nel senso che la resa è ottima anche se decidete di applicare un secondo strato o di insistere anche solo sulle più problematiche. A me piace che la mia pelle sotto si veda e questo è l’effetto che il Perfection Lumière Velvet mi da. Se ho qualche problema particolare (tipo qualche rossore o qualche imperfezione) preferisco stare light con il fondotinta e rimettermi nelle mani del correttore. Odio sul viso l’effetto mascherone e non sopporto quando i vari prodotti mi coprono le lentiggini!

Da sinistra verso destra: gocciolona di fondotinta, swatch, fondotinta sfumato.

Per quanto riguarda la tonalità, io ho scelto il 40 Beige. Sono andata sul sicuro perché è il colore che in primavera utilizzo anche per lo Chanel Vitalumière Aqua, altro must have of mine di cui parlerò in un prossimo episodio. La gamma di Beige Chanel ha un sottotono decisamente neutro che per il mio colore del momento (il 40, appunto) va benissimo. Anche tra l’estate e l’autunno, quando uso il colore 50 mi trovo molto bene ma in inverno le cose cambiano. Essendo più pallida nei mesi freddi, devo usare la tonalità 30 ma devo dire che il sottotono neutro del prodotto non mi fa proprio impazzire con il sottotono della mia pelle, che più son pallida e più tende al giallo. Chiaramente questi riferimenti di colore che sto facendo vanno tutti al Vitalumière Aqua perché del Perfection Lumière Velvet non ho provato altri colori per il momento.
Molte ragazze dicono che i fondotinta Chanel ossidino e diventino, quindi, leggermente più scuri dopo l’applicazione. Su di me non ho mai notato questo fenomeno, con nessuno di quelli che ho provato io.

Vi chiedo scusa perché sono totalmente un’inetta nella descrizione del profumo ma vi posso assicurare che quello del Perfection Lumière Velvet è incredibile: è un lussuosissimo mix tra un trattamento ed un profumo e non so descrivervi a parole quanto sia piacevole durante da annusare la stesura del prodotto.

Il prezzo è di 39,50 € negli store Sephora e la quantità contenuta nel flacone è di 30ml. So che la boccetta sembra minuscola ed insignificante ma vi posso assicurare che, a meno che non siate amanti del full coverage e ne usiate un cucchiaio intero, di prodotto ne basta talmente poco che non lo vedrete terminare nel giro di un paio di mesi. Il prezzo è quello tipico dei fondotinta Chanel o di altri brand simili ma, secondo me, non solo ne vale la pena, di più. Io dico sempre che il punto chiave di un buon make up è la base. Certamente là fuori ci sono fondotinta più economici ma validi (e io stessa ne adoro qualcuno) ma trovo che, se c’è un prodotto su cui vale la pena investire e non risparmiare, sia proprio questo. Spesso un buon fondotinta fa la differenza, sia per colore che per texture o resa. Ricordatevi sempre che la pelle è il nostro biglietto da visita numero uno.

Se avete la pelle mista o cercato un fondotinta più leggero ed asciutto per l’estate, vi consiglio davvero di darci un’occhiata. Andate nella Sephora che vi è più comoda e fate come faccio io ogni volta che voglio testare un nuovo prodotto: fatevene dare un campioncino. Nessuno vuole fare un acquisto sbagliato, soprattutto quando si parla di fondotinta che, se il colore è sbagliato o la texture non va bene per il nostro tipo di pelle, finiscono a marcire in cassetto o regalati alle amiche. Da Sehora vi riempiono una piccola jar con il prodotto che volete, così potete testare per qualche giorno colore, resa e durata e fare un acquisto sicuro e mirato senza aver paura di perdere 40 €!
Spero che la review vi sia stata utile!

A presto,

Jo ♥

martedì 20 maggio 2014

FIRST IMPRESSIONS | Too Faced Chocolate Bar Palette

Questo è stato indubbiamente uno dei prodotti che di più ho desiderato nell’ultimo periodo e l’acquisto è stato anche piuttosto travagliato. Ditemi, non è un amore? ♥


Ho visto per la prima volta questa splendida palette a gennaio, nei video delle youtubers americane. Inutile dire che le odio perché c’hanno tutte le fortune: brand da noi introvabili e lanci delle nuove collezioni in anteprima mondiale. Anyway, dicevo. Appena l’ho vista nelle prime review me ne sono perdutamente innamorata ed ho capito subito che doveva essere mia! Ero convinta si trattasse di un’edizione limitata ed ero piuttosto ansiosa di poterla acquistare. Nei diversi store Sephora a cui ho chiesto, tutti mi hanno assicurato che la Too Faced Chocolate Bar sarebbe arrivata quanto prima e così, emozionantissima, per mesi sono entrata continuamente nei negozi a controllare la situazione degli stand Too Faced. Ogni volta della palette nemmeno l’ombra, zero totale. Ad un certo punto mi sono imbattuta nel post di una ragazza italiana che recensiva la palette acquistata tre settimane prima da Sephora. A quel punto mi sono agitata: com’era possibile che me la fossi persa? Le commesse mi hanno, quindi, spiegato che erano arrivate alcune palette (molto poche a quanto pare) ma che non erano mai state esposte perché non erano mai state dotate dell’espositore per il tester. In poche parole, io mi limitavo a guardare lo stand dando per scontato che la Chocolate Bar sarebbe esposta se disponibile, senza interpellare le commesse, e non potevo certo sapere che magari qualcuna ne avevano avuta nei loro cassetti segreti! Ero davvero triste ma, quando mi hanno che si trattava di un’edizione limitata che non sarebbe più stata disponibile sono andata nel panico. Non avevo intenzione di perdermi cotanta meraviglia di palette!

L’unico sito che ho trovato nel quale la Chocolate Bar non fosse esaurita e che spedisse in Italia è stato Beauty Bay e così, anche se un po' timorosa, ho fatto l’ordine. Ero un pochino spaventata perché questo sito inglese, nonostante sia molto famoso e fornito, non è il massimo dell’affidabilità per quanto riguarda le spedizioni. Prima d’ora avevo acquistato solamente una volta da loro e la spedizione free era stata decisamente più lenta del previsto, con tempi doppi rispetto a quanto indicavano loro. Dopo aver letto moltissime opinioni negative sulle spedizioni (che a volte non arrivavano proprio o arrivavano danneggiate), ho deciso stavolta di acquistare le spedizioni tracciate (4,80 €) per avere una maggior sicurezza. Il mio ordine è stato effettuato giovedì 17 aprile ed è giunto a destinazione lunedì 5 maggio. Come potete vedere, appena un giorno in più rispetto ai 5-7 giorni di cui parla il sito, tenendo conto delle festività che ci son state nel mezzo.


Mentre scartavo il pacco devo dire che ero terrorizzata all’idea di trovare la Chocolate Bar sbriciolata: non mi viene in mente un prodotto più fragile di una palette, che rimbalza da un deposito a un furgoncino come una trottola! Una volta aperto il pacco, però, mi sono accorta che era stata ben imballata, con strati di carta cartone spessi e con la plastica a bolle.
Ad ogni modo, pur essendomi trovata bene a livello personale, letto così tante recensioni negative, anche riguardo al rapporto col servizio clienti in caso di problemi, che non so se riacquisterò da loro in futuro.

Ma veniamo alla protagonista di questo post: la chiaccheratissima Too Faced Chocolate Bar.


Già la confezione di cartone è stupenda: la combinazione di rosa, oro e color cioccolato è meravigliosa e mi ha conquistata subito! Sul retro, come nelle Naked Palette di Urban Decay, ci sono le foto dei campioni sbriciolati degli ombretti contenuti nella palette.


Credo che il packaging parli da solo. La palette riprende la forma ed il colore di una vera tavoletta di cioccolato. Preparatevi perché l’inevitabile effetto collaterale è che vi troverete con la salivazione accelerata ogni volta che ve la troverete in mano! La palette è di latta e questo segna un punto a suo favore ma, se comparata con le due palette di latta più famose della storia, la Naked 2 e la Naked 3 di Urban Decay, vi renderete conto che il packaging delle ultime due è più solido e resistente. Solo al tatto ci si rende conto che il metallo delle palette Urban Decay, infatti, è più rigido e spesso rispetto a quello della Chocolate Bar. Venendo alla chiusura, invece, si nota subito che la Chocolate Bar è dotata di chiusura magnetica e una nota dolente è rappresentata dal fatto che non è moltissima la forza che serve per aprirla. Le sorelle Naked, invece, hanno una chiusura a scatto più sicura. Anche a livello di dimensioni Urban Decay sembra vincere: come potete vedere dalla foto, le Naked sono più sottili e compatte, anche se leggermente più lunghe e la palette Too Faced è ben di mezzo centimetro più spessa delle rivali. Sotto al coperchio c’è uno specchio di medie dimensioni, contortati da una cornice di cartone e con la scritta “Chocolate Bar” che trovo molto carina. A ben pensarci, avrei  sacrificato l’estetica e preferito uno specchio più grande, ma fa niente perché personalmente non sono solita truccarmi usando lo specchio di prodotti o palette.


Una volta aperta, questa è la meraviglia a cui vi troverete di fronte....



Gli ombretti sono sedici: quattordici cialdine hanno un peso di 0,95 grammi mentre le altre due di 2,8 grammi. La plastica protettiva appoggiata sopra la palette indica i nomi degli ombretti sottostanti. Si tratta di un’altra differenza con le sorelle Naked che, al contrario, hanno i nomi degli ombretti scritti sotto ciascuna cialdina. 
finish degli ombretti sono diversi: nella palette ci sono sei ombretti matt, quattro shimmer (con brillantini) e gli altri divisi tra frost e metallici. 
Per quanto riguarda i colori, trovo che la palette possa essere suddivisa in due famigli di colore: la metà di sinistra è dedicata ad ombretti più caldi e “cioccolatosi”, sui toni dell’oro, del bronzo e del marrone; la parte di destra, invece, ha un sottotono più rosato e violaceo. 

Ecco gli swatches, divisi per riga:

Da sinistra verso destra: Glided ganache, White chocolate, Milk chocolate, Black forest truffle, Triple fudge.

Da sinistra verso destra: Salted Caramel, Marzipan, Semi-sweet, Strawberry bon bon, Candid violet, Amaretto.

Da sinistra verso destra: Hazelnut, Crème brulee, Haute chocolate, Cherry cordial, Champagne truffle.

Innanzitutto devo dire che apprezzo tantissimo la combinazione di colori perché che permette di poter mixare toni diversi e creare moltissimi look. Ultimamente, poi, sono fissata con i colori violacei o tendenti al prugna ed anche per questo non ci ho pensato due volte a prendere questa palette. Trovo assolutamente da non sottovalutare il fatto che ci sia una buona selezione di ombretti matt, il che permette di creare look più eleganti da giorno ma anche di avere a portata diversi colori per la piega e per sfumare gli ombretti alla perfezione. 
Per quanto riguarda la texture degli ombretti, ho notato differenze in base al finish. Gli ombretti più metallici sono pigmentatissimi e scriventissimi e sono molto facili e veloci da sfumare. Quelli opachi e matt sono un pò più “duri” e secchi: vanno lavorati un pochino di più ma sono comunque pigmentati ed intensi. Quelli shimmer sono, tra tutti, quelli che mi sono piaciuti meno: sembrano pigmentati quando ci si puccia il dito ma una volta sfumati ci si rende conto che sono decisamente meno pigmentati degli altri e con molti glitter. Rispetto agli ombretti Urban Decay, mi sento di dire che, da un lato, alcuni sono un po' meno scriventi e pigmentati mentre, dall’altro, sono più compatti e meno polverosi e per questo non c’è il fastidioso problema del fall out.
Non mi posso ancora esprimere fino in fondo per quanto riguarda tenuta e durata perchè non ho avuto modo di testare la palette in situazioni estreme. Vi posso dire, però, che ho notato una buona resistenza dei colori, sia con che senza primer.

Mi rivolgo ora alle annusatrici incallite: quelle che, come me, non possono fare a meno di annusare qualsiasi cosa e che sono attratte dai prodotti con profumo. Bene, se fate parte di questa categoria, se siete amanti dei prodotti profumati ed adorate la cioccolata, questa palette fa decisamente al caso vostro. Gli ombretti, infatti, sono miscelati con polvere di cacao (con proprietà antiossidanti, secondo Too Faced) e vi faranno certamente venire voglia di addentare una barretta di cioccolato il prima possibile. Se conoscete il brand, il profumo è lo stesso del celeberrimo Chocolate Soleil Bronzer. Il profumo è intenso ma non affatto sgradevole ma vi avverto: avrete il desiderio di far annusare la palette a chiunque si trovi nei paraggi. Astenersi se siete a dieta!

Ad ogni modo, e lo dico per chi fosse interessata all’acquisto, pare che la commessa Sephora mi avesse mentito: non dovrebbe trattarsi di una limited edition, anzi. Le Chocolate Bar stanno ritornando negli store Sephora ed ho assistito con i miei occhi all’allestimento dell’espositore. Inoltre, ho visto che anche nel sito Sephora è finalmente comparsa tra gli articoli in vendita (qui). Al momento è sold out (ho appena controllato) ma dovrebbero sicuramente arrivarne ancora. Un consiglio alle interessate? Prenotatela in negozio o stalkerate il sito Sephora. Per quanto riguarda il prezzo, da Sephora è in vendita a 44,90 €. Io ho acquistato la palette sul sito Beauty Bay ad un prezzo più alto: usufruendo di un codice sconto, l’ho pagata 51 € invece di 57,80 €.

Ne vale la pena e ricomprerei la Chocolate Bar? CERTO CHE SÌ.
Se siete alla ricerca di una palette valida e completa, questa fa al caso vostro ed io ve la consiglio spassionatamente. Se siete indecise tra questa ed una Naked, però, io rimango fedele a Urban Decay. 

A presto,

Jo ♥ 

lunedì 19 maggio 2014

HAUL | Acqua & Sapone

Questi acquisti risalgono a Pasqua....Quando torno qualche giorno a Padova spesso vado a fare scorta dei miei prodotti preferiti ed essenziali e stavolta ho comprato anche qualche cosina nuova ed interessante.

Nel caso foste interessate, la cassettiera in acrilico è di Muji.

#1 Revlon Colorburst Matte Balm in Mischievous (10,90 €)
Quando ho saputo, mesi fa, dell’uscita di questi matitoni nella versione opaca ero davvero gasatissima! Purtroppo, ho trovato l’espositore sfornito di un paio di colori che avevo puntato e altri non mi hanno convinta perché simili a rossetti che ho già o perché non mi sono sembrati adatti alla  mia carnagione. In attesa di trovare gli altri colori che mi avevano incuriosita, ho comprato questo bellissimo color pesca-albicocca. Non sapevo se sarebbe stato troppo chiaro sulle mie labbra ed ero un pò indecisa ma devo dire che l’ho provato e mi piace moltissimo. Essendo un colore opaco e non scuro tende ad evidenziare un po' la secchezza delle lebbra quindi un bello scrub è d’obbligo prima di applicarlo.


#2 L’Oréal Color Riche Lo Smalto in  503 - Addictive Plum (2,99 €)
Se ancora non lo sapete ve lo dico io: colori di smalto come questo, scuri e tendenti al color vinaccia o al bordeaux, sono i mie preferiti di sempre. Ogni volta che vedo una nuova colorazione simile la prendo immediatamente. Non avevo mai provato gli smalti di questa linea prima d’ora ma ne sono rimasta letteralmente innamorata! L’applicatore è largo e comodissimo, molto simile a quello degli smalti Essie per capirci. Non credo sia un caso dato che il gruppo L’Oréal possiede, tra gli altri mille, anche il brand Essie. La durata è impressionante: ho applicato questo smalto in combinazione con il China Glaze First & Last (che funge sia da base che da top coat) ed ha resistito praticamente indenne per una settimana intera!! Non mi era mai capitata una cosa del genere con nessuno smalto prima d’ora. Il colore è pieno anche con una sola passata. Ho intenzione assolutamente di provarne altri.

#3 Revlon Just Bitten Kissable Balm Stain in Lovesick (10,90 €)
Questa è la versione originaria di questo prodotto Revlon. In poche parole, la differenza con le nuove versioni (quella opaca e quella lucida) sta nel fatto che queste sono tinte per labbra, mentre le altre sono semplici rossetti con lo stesso packaging. Ho voluto provare un nuovo colore più acceso e adatto alla bella stagione perché quelli che già possiedo sono comunque bellissimi ma molto meno vivaci (Crush & Honey). Il colore è un bel rosa ciclamino intenso con sottotono decisamente freddo e una punta di blu. Non mi sono accorta che dentro ci sono delle micro pagliuzze ma, dopo un iniziale disappunto, ho notato che sono talmente poche da non impedirmi l’utilizzo.

#4 L’Oréal Lumi Magique Stylo Touche de Lumière in Dark (circa 14 €)
Questa è una delle mille versioni esistenti in commercio di penna illuminante VAGAMENTE ispirata al famoso Touche Éclat di Yves Saint Laurent. Come prodotto mi piace molto ed ho provato la versione di diversi brand. Devo dire la verità, ho deciso di acquistare questo perché ne ho sentito parlare  molto bene e perché sono stata profondamente attratta dal packaging rose gold. Ho scelto il colore più scuro (lo 03 - Dark) perché non è poi così scuro ed è l’unico con un sottotono giallo.

#5 Revlon Colorburst Laquer Balm in Vivacious (10,90 €)
Questa, invece, è una delle nuove versioni lucide del mattone Revlon. Il colore è un bel rosa fragola acceso, stavolta con un sottotono decisamente più caldo, ed il finish è glossy. I colori erano molto carini ma ne ho voluto provare solo uno perché sono più amante dei prodotti per le labbra satinati o mat piuttosto che lucidi.

#6 L’Oréal Color Riche Lo Smalto in  208 - So Chic Pink (2,99 €)
Non so dove l’abbiano visto il pink perché vi posso assicurare che questo è uno smalto color corallo, molto più tendente all’arancio che al rosa. Devo ancora provarlo ma spero non sia troppo simile al Distraction di Chanel che già possiedo.

#7 L’Oréal Super Liner Black Laquer (circa 12 €)
Dunque, questo eye liner io lo devo ancora capire. Qualcuno mi deve spiegare perché sulla mano scrive a meraviglia e sulla palpebra devo lavorare mezz’ora per avere una bella riga nera ed intensa. Ve lo dico già: non avevo la palpebra oleosa, non avevo un ombretto in crema sotto, non avevo la crema occhi che ancora si doveva assorbire. Per ora l’ho usato una volta sola quindi non mi sbilancio ancora ma per il momento il mio commento è “boh”. Il tratto è comunque preciso e la durata molto buona.

Ecco qui, in ordine di comparsa nel post, gli swatches:


Vi farò sicuramente sapere di più una volta testati come si deve i prodotti.

A presto,

Jo ♥


sabato 17 maggio 2014

REVIEW | Labello Lip Butters

Anche stavolta, ecco dei prodotti che ho invidiato tantissimo alle ragazze straniere. Ho visto moltissime review positive e, per mesi dopo il lancio in U.S.A., questi lip butters erano costantemente nei video dei preferiti delle youtubers americane.
Io tra me e me mi dicevo....”Vuoi che stavolta la Nivea abbia davvero fatto uscire un balsamo labbra che funzioni?”.


Innanzitutto è importante notare che all’estero questi lib butters sono commercializzati dal brand Nivea. Questo perché Labello è in realtà un marchio di Nivea ma, chissà perchè, in Italia ed in altri paesi come la Germania, i prodotti per labbra non portano il marchio della casa madre. Ad ogni modo, il prodotto è ovviamente lo stesso. Oltreoceano e nel Regno Unito i Lib Butter sono presenti in quattro versioni: Smooth Kiss - Original, Caramel Cream, Raspberry Rosé e Vanilla & Macadamia.


In Italia, a quanto ho visto sia nei negozi chee in base alle versioni presenti nel sito ufficiale, sono arrivati solo questi ultimi due. Anche stavolta, non ci lamentiamo: l’odore del caramello non mi piace e quello che più di tutti mi incuriosiva era quello alla vaniglia e macadamia. 

Più di un mese fa ero in un supermercato Carrefour per fare la spesa quando, ignara di tutto incrociato con lo sguardo il lip butter in Raspberry Rosé. Ho acquistato solo questo perché la versione Vanilla & Macadamia era già esaurita. 


La prima cosa che ho notato aprendo la confezione è stato il profumo: mi piace tantissimo la fragranza dolce di caramella al lampone o ai frutti di bosco. Il profumo si sente anche una volta steso il prodotto sulle labbra ma svanisce già dopo dieci minuti. Come vedete dalla foto, nel pot il lip butter appare di colore rosa chiaro. Il prodotto è trasparente ma rimane piuttosto visibile il tono freddo e rosato, addirittura con una punta di lilla. La cosa che non mi piace è l’effetto che fa se applicato su labbra secche e screpolate perché il colore leggermente rosato e lattiginoso si accumula sulle screpolature, evidenziando le irregolarità e la secchezza della pelle. Questa cosa per me è piuttosto fastidiosa: non posso pensare di avere un prodotto idratante che posso utilizzare soltanto su labbra che già sono morbide ed idratate! Se le vostra labbra sono appena appena secche potete applicarlo e il problema si risolverà nel giro di un quarto d’ora ma se avete pellicine & co allora vi consiglierei di evitare di utilizzarlo per uscire. A livello di idratazione ho notato una cosa strana. Ho messo il lip bitter Reapberry Rosé prima di uscire in una giornata poco ventosa. L'aria ha fatto asciugare il prodotto dopo appena 5 minuti di passeggiata e mi sono ritrovata con le labbra secchissime e screpolatissime. Al contrario, ho usato il prodotto altre volte dentro casa e non ho notato questa cosa. Mi spiego meglio....Le labbra risultano poi un po’ più morbide ed idratate ma non in modo chissà quanto evidente e dopo qualche ora sono secche quasi come prima. La sensazione è confortevole finchè il prodotto resta sulle labbra ma quando si assorbe o si asciuga le lebbra non sono poi così rigenerate o trasformate come vorrei.


Nel corso del mese successivo, ho cercato la seconda versione ovunque: da Acqua & Sapone a Tigotà, Limoni, OVS e Coin, dei lip butter nemmeno l’ombra. Pochi giorni fa sono ritornata al Carrefour ed ho finalmente trovato anche il lip bitter Vanilla & Macadamia.
A differenza del precedente, stavolta il prodotto non ha colore ed è completamente trasparente. L’effetto sulle labbra è quello che da un qualsiasi burrocacao incolore. Il profumo è, anche stavolta, buonissimo: si sentono sia la vaniglia e sia la noce di macadamia ed il risultato mi fa pensare ad un biscotto cookie con le noci. Ad ogni  modo, dopo qualche minuto il profumo scompare e, ciao, se ne va. Per quanto riguarda l’idratazione, preferisco questo alla versione Raspberry Rosé. Trovo che comunque il prodotto non abbia le capacità idratanti ed emollienti di un trattamento labbra vero e proprio ma, rispetto all’altro, trovo che i risultati siano un pochino migliori. Come sospettavo, questi lip butter fanno parte di quei prodotti che idratano bene solo in apparenza e che, a lungo andare, non risolvono il problema delle labbra secche o screpolate. Una cosa importante che riguarda entrambi è che dovete tenere presente è che il prodotto non va prelevato semplicemente passando il dito sulla superficie ma va batta una lieve pressione per prelevare il prodotto, “scalfendo” la pellicola che riveste il lip balm.  In questo modo riuscirete a depositare sulle labbra una quantità maggiore di prodotto ed idraterà di più.

Non entro nel merito dell’inci perché non me ne bado più di tanto ma vi dico solo che la paraffina è il secondo ingrediente. Detto ciò, trovo che facciano la loro funzione non in modo eccelso ma comunque meglio dei vari burrocacao Labello in stick. Ad ogni modo, è chiaro che vi consiglierei ben altro se avete il problema delle labbra sempre molto secche e screpolate. I miei lip balm del cuore sono altri ma, devo dire, anche questi non sono poi così male. Una cosa che però ci tengo a specificare è che siamo comunque ben lontani dal tesserne le lodi come hanno fatto in massa oltreoceano

Il packaging mi piace moltissimo: la confezione di latta è sottile, pratica e resistente. Personalmente, non mi piace portarmi in giro prodotti come questo contenuti in un barattolino perché trovo che sia davvero anti igienico e scomodo doverli prelevare con il dito in situazioni nelle quali non ho la possibilità di lavarmi bene le mani prima. Inoltre, le dita resterebbero poi unte ed appiccicaticce e la cosa mi darebbe molto fastidio se non avessi sapone e lavandino a portata di mano. Per la borsa, quindi, preferisco prodotti in stick più pratici e veloci ma la versione Vanilla & Macadamia non mi spiace poi così tanto ed ho deciso di tenerla comunque con me in borsetta perché potrei avere la possibilità di usarlo. 

Per quanto riguarda il prezzo, io ho acquistato i lip butter a 4,05 € per 16,7 grammi di prodotto. Non posso aiutarvi molto in merito alla reperibilità perché io li ho visti solamente da Carrefour. So che non è un supermercato che si trova ovunque (a Padova, ad esempio, non c’è) ed io non ci ero mai stata prima di trasferirmi a Torino ma, purtroppo, non li ho visti in nessun’altra posto. Anche in Francia al supermercato c’erano tutti i prodotti Nivea/Labello tranne questi. Magari devono ancora diffondersi, chi lo sa.

See you soon

Jo ♥ 

giovedì 15 maggio 2014

REVIEW | Chanel Rouge Coco Shine in Émotion (Collection Variation Spring 2014)

Durante il mio ultimo giro di shopping da Sephora (qui il post haul), tra un acquisto e l’altro, il mio sguardo è stato catturato da un display del corner Chanel che non avevo mai visto. L’idea che sta dietro alla Collection Variation 2014 è quella di concentrarsi sulle labbra, dividendo i prodotti in tre famiglie di colore: i beige e i nude, i rossi e i rosa ed i prugna. La collezione è composta da rossetti di ogni tipo e finish (Rouge Coco, Rouge Coco Shine, Rouge Allure, Rouge Allure Velvet), lip gloss, matite labbra ed uno smalto, il Coup de Coeur. Alcuni di questi prodotti fanno parte della linea permanente mentre altri, come il rossetto di cui vi parlo io, sono in edizione limitata.
Il colore che, tra tutti, mi ha colpito di più è stato indubbiamente il Rouge Coco Shine in Émotion (numero 92).


Il colore è un bellissimo prugna abbastanza freddo e con un sottotono rosato. Nello stick appare più scuro e pare avvicinarsi più al viola che al rosa. Una volta swatchato o indossato, invece, il colore si rivela in tutta la sua bellezza ed il colore appare più chiaro e tendente al lampone. La pigmentazione è decisamente molto buona per essere un Rouge Coco Shine. Se non avete familiarità con questi rossetti, sappiate che sono quelli più leggeri e meno pigmentati di tutta la gamma Chanel perché puntano all’idratazione con un velo di colore. In profumeria, quando ho swatchato il rossetto sulla mano, mi aspettavo un colore decisamente meno carico ed intenso e sono rimasta piacevolmente colpita quando ho visto la scrivenza. Apprezzo molto che nel colore non siano state aggiunte perlescenze o particelle di alcun tipo: la brillantezza è data tutta dalla formula del rossetto.



Il finish è quello tipico dei Rouge Coco Shine: brillante ed idratante. La texture è leggera e il rossetto scivola sulle labbra che è una meraviglia, lasciando un film sottilissimo, confortevole ed impalpabile. Essendo un rossetto leggero e sheer, la durata non è certo quella dei rossetti opachi o satinati. Nonostante questo, Émotion resiste abbastanza bene sulle labbra, probabilmente grazie al colore abbastanza intenso più che alla formula. Quando il colore si scarica, le labbra restano comunque leggermente tinte e il colore rimane. Si tratta comunque di un prodotto che necessita di più applicazioni nell’arco della giornata ma trovo che la tenuta non sia affatto male. A me personalmente non dispiace dover applicare più volte rossetti come questo perché sono veloci e pratici e mi piace sentire le labbra sempre morbide ed idratate.

Il prezzo è quello dei rossetti Chanel: lo trovate da Sephora a 30,50 € per 3 grammi di prodotto.

Se siete interessate, ecco qui il resto della Collection Variation 2014:


Non so quanto rimanga ancora nei negozi data l’uscita imminente della Summer Collection quindi vi consiglio di andare a dare un occhio il prima possibile.

A presto,

Jo ♥ 

mercoledì 14 maggio 2014

REVIEW | Maybelline Baby Lips

Oggi parliamo di uno di quei prodotti che ho tanto invidiato alle frequentatrici abituali di drougstore americani.
Sono letteralmente impazzita quando li ho visti al supermercato per la prima volta (era agosto, ancora mi ricordo).
Risultato? Me li sono portata a casa tutti e sei!


Innanzitutto ci tengo ad esprimere il mio disappunto per un fatto molto grave. Ebbene, il Baby Lips che più tra tutti desideravo ardentemente provare, Grape Wine, un bellissimo color prugna, non è giunto in Europa. Questa incomprensibile scelta mi ha profondamente rattristata ma vabbè, almeno accontentiamoci del lancio del nuovo prodotto. 
La serie di Baby Lips disponibile in Europa è quella classica. In Nordamerica, infatti, sono disponibili anche altre collezioni, come la Electro e la Dr. Rescue (che vorrei tanto provare), mentre in Asia vanno alla grande le versioni Glow (che, tra l’altro, hanno pure un diverso packaging ispirato al Chapstick).

Anyway, facciamoci gli affari del Paese nostro e pensiamo a quello che possiamo acquistare noi.
La collezione è composta da 6 Baby Lips. Tre di questi sono trasparenti mentre gli altri tre sono leggermente colorati. La caratteristica comune di tutti è quella di avere un finish molto sottile. Per capirci, non sono come quei balsami che depositano sulle labbra uno spesso strato di prodotto ma, al contrario, le rivestono di un film sottilissimo e non risultano affatto pesanti. Tutte e sei le versioni lasciano le labbra mediamente lucide e brillanti, esattamente come la maggior parte dei burrocacao in commercio. Ora vi dirò qualche parolina per ciascuno.


#1 Hydrate
Il primo Baby Lips di cui vi voglio parlare è, tra quelli trasparenti, il più basico di tutti: sto parlando di pachaging azzurro con le scritte rosa. Il profumo è molto gradevole: fresco e limonoso (si può dire?). Non riuscivo a capire se fosse limone o lime ma il sito di Maybelline è venuto in mio aiuto: si tratta di lime. Da scegliere se siete alla ricerca di un burrocacao classico, senza nessun fronzolo.

#2 Pink Punch
Tubetto fuxia, scritte rosa. Il colore è un bellissimo rosa freddo ed intenso e, dallo stick, si avverte anche una punta di fluo. La cosa buffa è che, alla vista dello stick, il colore è talmente intenso ed opaco da farlo sembrare un rossetto mat, più che un buttocacao. Una volta applicato, il colore è ovviamente sheer e leggero e lascia un bel velo di rosa sulle labbra. Diciamo che a me, nonostante il colore piaccia molto, non si addice particolarmente. Trovo che questo rosa così freddo ed acceso non c’entri molto con la mia carnagione a sottotono giallo. Lo uso qualche volta ma così, giusto per. Per quanto riguarda il profumo, ho dovuto guardare sul sito perché non riuscivo a capirlo. A me sembrava un incrocio tra la pesca e la fragole e invece, a quanto pare, si tratta di passion fruit

#3 Mint Fresh
Secondo Baby Lips trasparente, stick verde lime, scritte viola. L’unica cosa che distingue questo dal #1 è la profumazione. Questo, infatti, odora di menta, tanto da farvelo sentire anche in bocca semplicemente respirando. Sulle labbra ha un effetto infinitesimamente rinfrescante e può essere che vi pizzichi in modo leggerissimo per qualche minuto. Ciò nonostante, non può essere minimamente paragonato a quei rossetti mentolati o comunque “piccanti” che hanno come scopo quello di dare alle labbra un effetto volumizzante e rimpolpante. A me personalmente la cosa non da assolutamente fastidio, anzi, ma so che è un effetto che non tutte possono apprezzare.

#4 Peach Kiss
Questo, tra tutti, è sicuramente il mio sfavorito. Parlo di packaging viola e scritte color pesca. Sapete perché? Il colore è molto bello ed ero attirata dal color pesca, quindi la cosa mi ha scocciato particolarmente. Beh, il colore è PERLATO. Io detesto ardentemente i prodotti per labbra perlati, di qualsiasi tipo. In realtà, diciamo pure che adoro qualsiasi perlescenza o, peggio ancora, glitter su rossetti, balsami & co e questo è uno dei motivi per cui non sono una consumatrice di lip gloss. La perlescenza (brividi) si nota meno sulle labbra che da un semplice swatch sulla mano ma tant’è: so che c’è e questo mi basta per non volerlo usare. Il che è un peccato perchè il colore in sé e molto bello perché è un color nude tendente al pesca che sta bene a moltissime carnagioni. Se per voi l’effetto perlato non è un problema, accomodatevi pure verso la cassa. Il profumo è pescato (ma va?).

#5 Intense Care
Tra tutti quelli trasparenti, questo è senza dubbio quello che ho usato di più. Sto parlando di packaging giallo e scritte arancioni. Già dal profumo di mandorla e dalla consistenza leggermente più si capisce che la sua caratteristica sarebbe quella di dare un’idratazione maggiore e più duratura rispetto agli altri fratelli. 

#6 Cherry Me
Ed infine eccolo qui, il mio preferito: stick arancione, scritte rosse. Sulle lebbra lascia un leggero velo di colore rossastro, come dopo aver mangiato un ghiacciolo alla fragola o all’amarena, che mi piace tantissimo. Prodotti come questi mi piacciono per il giorno, dato che i rossetti intensi e veri e propri li lascio per la sera. Il profumo di ciliegia si sente abbastanza ma non infastidisce nemmeno me che non sono un’amante di questo profumo.

Purtroppo non è stato facile catturare gli swatches di quelli trasparenti (ma va?).

Il packaging è semplicissimo e cheap: il tubetto è di plastica colorata ed il coperchio è trasparente. Chapeau a Maybelline che ha saputo rendere carina ed accattivante la confezione con queste combinazioni di colore e scritte simpatiche. Sono sicura che questo è stato uno dei motivi che ha spinto molte (me compresa, of course) all’acquisto. Anche il prezzo va a favore dell’acquisto: i Baby Lips costano tra i 3 ed i 4 € e sono reperibili nei supermercati ed in qualsiasi negozio per la cura della persona, come Acqua & Sapone, Tigotà, Ipersoap & Co.

Probabilmente a questo punto vi starete chiedendo: “Sì, ma funzionano?”. La risposta è NO. Mi spiego....La formula mi piace anche, leggera e scorrevole, ma la verità è che, qualsiasi sia il Baby Lips che metto sulle lebbra, l’effetto è sempre lo stesso. Le labbra sembrano più idratate, lisce e morbide ma in realtà non lo sono. Il prodotto poco dopo scompare e le labbra rimangono esattamente com’erano prima di applicarlo. Per quanto riguarda quelli colorati, il risultato è lo stesso: il colore se ne va velocemente (ma questo di per sé non è un problema perché capita sempre con i balsami labbra leggermente colorati) e le labbra tornano bisognose di idratazione. A dire la verità, questa è una cosa che ho constatato non solo con i Baby Lips ma anche con la maggior parte dei burrocacao in commercio. Molte volte, infatti, questi prodotti sono pieni di petrolati e siliconi che danno solo la parvenza di idratare le labbra ma in realtà non fanno nulla, se non addirittura seccarla ancora di più. Io non sono affatto una di quelle fanatiche del bio o degli inci (aka, lista degli ingredienti dei prodotti) e utilizzo un sacco di prodotti contenenti siliconi ma per quanto riguarda le labbra sono intransigente ed esigo prodotti che me le rendano morbide e vellutate. Questi non sono altro che fotocopie dei vari Labello & Co., che, per la cronaca, detesto perché mi danno la stessa non idratazione.

In poche parole, scegliete i Baby Lips se siete giovanissime e vi va di sperimentare, se vi accontentate di un burrocacao senza grandi pretese o, per quanto riguarda le versioni colorate, per avere un tocco di colore spendendo poco. Se il vostro obiettivo è quello di avere labbra idratate, vi consiglio di cercare altrove.

A presto, 

Jo ♥

P.S: Per controbilanciare, ho in programma presto anche un post sui miei balsami labbra del cuore!

martedì 13 maggio 2014

My Bedside Table Essentials

Se siete appassionate come me, sapete che anche il momento in cui ci si mette a letto può essere sfruttato per una beauty routine della buonanotte. Anzi molto spesso capita che questo è uno dei pochi momenti della giornata in cui ci si può rilassare e pensare a noi stesse. 
Ovviamente questo è uno step successivo rispetto all’immancabile ed importantissima fase struccaggio-pulizia-idratazione che non deve mancare mai, nemmeno nelle sere in cui siamo più stanche.
Sopra al comodino tengo un vero e proprio arsenale: mi piace ad avere a portate di mano qualsiasi cosa che potrei voler o aver bisogno di usare una volta messa a letto, senza dover essere costretta ad alzarmi. Si tratta di prodotti che conosco e che so che riescono a fare la differenza.


Vediamoli nel dettaglio....


#1 this works Deep Sleep Pillow Spray
Questo prodotto è una chicca! Si tratta essenzialmente di uno spray (75 ml) rilassante da spruzzare sul cuscino o sul piumone prima di mettersi a nanna. Il profumo è prevalentemente di lavanda, con note di Vetiver e camomilla. L’ho acquistato come un vero e proprio capriccio ma devo dire che mi piace da matti ed aiuta davvero a rilassarsi. Se non è così, complimenti per l’effetto placebo. Io lo spruzzo un paio di volte solo sul cuscino e poi mi ci fiondo sopra. Bisogna stare attente a non spruzzarlo troppo da vicino, altrimenti il cuscino ne uscirà inumidito e potrebbe risultare sgradevole. Il profumo è delizioso ma non rimane sul tessuto in modo fastidioso e persistente ed è una cosa che apprezzo moltissimo: essendo sensibile agli odori e soffrendo di emicrania, preferisco stare alla larga dai profumi troppo intensi ma con il Deep Sleep non ci sono di questi problemi. Quando ho molta fatica ad addormentarmi, utilizzo anche il Deep Sleep Stress Less. Si tratta di un roll on (5 ml) che contiene la stessa fragranza: lo passo su un polso, sfrego i due tra di loro e provo ad addormentarmi tenendo le mani vicino al viso per sentirne l’odore. Trovo sia un prodotto ottimo anche da tenere in borsetta e da utilizzare quando si è in situazioni o ambienti con un odore non proprio piacevole (mezzi pubblici, ospedali...). Potete acquistare questi prodotti su Feelunique, dove vendono sempre un kit che li contiene entrambi a poco meno di 30 €. Il prezzo non è proprio abbordabilissimo ma ne vale la pena!

#2 Nuxe Rêve de Miel Baume Lèvres
Signore e Signori, ecco il balsamo labbra più fantasmagorico che esista sulla faccia della terra! Un sogno per qualsiasi labbra secche o screpolate. Provatelo e non ne potrete più fare a meno. Non mi dilungo perché ho intenzione di scrivere una review approfondita ma vi posso consigliare di correre in farmacia domani stesso! Il prezzo è di circa 12 €.

#3 & Other Stories Hand Lotion Sugar Crush
La crema mani è immancabile, almeno a fine giornata prima di andare a letto. Molte volte si tende ad utilizzarla solo nei mesi più freddi, quando le mani mostrano palesemente il loro bisogno di idratazione. È altrettanto importante, invece, utilizzarla sempre perché ci permette di avere mani sempre morbide ed idratate, aiuta a mantenete le cuticole morbide e a tenere lontani i segni del tempo, dato che le mani sono una delle cine del corpo che per prime mostrano il passare del tempo. Ho acquistato questa crema mani a Milano prima dell’autunno e devo dire che mi trovo benissimo. Il profumo è eccezionale, è fresco, limonoso e dolce allo stesso tempo: una droga! Ho scelto questo tra i diversi profumi disponibili proprio per la sua unicità. Questo prodotto guadagna mille punti per quanto riguarda la confezione. Non ho ancora capito come mai le case cosmetiche non capiscono che qualsiasi prodotto dovrebbe essere tassativamente dotato di pump: sia latte detergente, che creme idratanti, bagnoschiuma, shampoo o quant’altro. È una rottura troppo grande, soprattutto quando si applica la crema idratante, essere costrette a prendere in mano il flacone ogni tre per due, imbrattandolo tutto di prodotto e rendendolo scivoloso. Grazie al pump, non ho di questi problemi e ciò è importantissimo perché spesso applico la crema mani due volte a distanza di una decina di minuti.

#4 Bí Mât Cây Baume Miracle
Questo balsamo è davvero miracoloso, come suggerisce il nome! Si tratta di un piccolo pot in cui è contenuto questo balsamo trasparente balsamico che io adoro alla follia. Si tratta di una sorta di balsamo di tigre: il profumo è intensissimo e balsamico e contiene canfora e mentolo. Soffrendo di emicrania come vi ho detto, questo prodotto è miracoloso. Quando arriva il mal di testa è chiaro che da solo non basta ma è utilissimo sia per rilassarmi quando sono molto stanca e sia per smorzare i segni di un lieve mal di testa. Lo massaggio sulle tempie ed il gioco è fatto: la sensazione di caldo-freddo che da è davvero favolosa ma va fatta molta attenzione a non avvicinarsi agli occhi o desidererete di poterveli strappare. Pare sia ottimo anche per dolori muscolari ma in questo modo non l’ho mai testato. Per quanto riguarda la reperibilità, si tratta di un brand francese che fino a qualche anno fa era venduto da Sephora a circa 7 €. Io ne avevo fatto scorta ma questo è l’ultimo che mi è rimasto. Sicuramente lo ricomprerò tramite Amazon o eBay perché senza non posso stare.

#5 Just Baume Aux Herbes Alpines
Questo prodotto è semplicemente un facsimile del balsamo qui sopra, solo con un effetto un pò meno potente ed intenso ed un profumo più di erbe che di mentolo. Mi piace sempre massaggiarlo sulle tempie ma anche annusarlo per rilassarmi. Pare proprio che abbia bisogno di molto relax alla sera, eh? Come tutti i prodotti Just, è acquistabile solo tramite un rappresentante e non nei negozi.

#6 Phyto 7 - Crème de jour hydratation brillance aux 7 plantes
Questa è una vera e propria crema idratante, non per la pelle ma per i capelli. So che potrà sembrare una cosa strana ed inusuale ma mi assicuro che è fantastica. Inizialmente ero scettica perché avevo paura che ungesse i capelli e li sporcasse ma non è affatto così, anzi: questa crema è leggera ma nutriente e si assorbe davvero nel giro di 10 secondi. Se mi conoscete sapete quanto io tenga ai miei capelli: li ho lunghissimi e per me è fondamentale prendermi cura delle mie punte. Questo prodotto mi aiuta a mantenerle morbide ed idratate ed allontanare le doppie punte. Ne applico una nocciolina e la distribuisco sui 20cm finali dei miei capelli e preferisco farlo alla sera piuttosto che alla mattina per farla penetrare in profondità senza interferisca con altri fattori. Di questa crema Phyto produce due versioni: la Phyto 7, composta da 7 erbe e consigliata per capelli secchi, e Phyto 9, nella quale le erbe sono 9 e che è indicata a capelli molto secchi. La potete comprare in farmacia a circa 12 €.


#7 Trind Cuticle Balsam
Comodo, veloce ed efficace. Questo gel è fantastico per nutrire e mantenere morbide ed idratate le pellicine attorno alle unghie. Basta applicarlo sul bordo dell’unghia e poi massaggiarlo per farlo assorbire. L’applicatore a pennellino rende il tutto più semplice. Lo trovate da Sephora a circa 15 €, se non ricordo male.

#8 Seacret Cuticle Oil
Idem come sopra. Si tratta di un olio per idratare le cuticole. Non ha il pennellino ma un forellino minuscolo che permette di posare una goccia di olio su ogni unghia. Si massaggia e si fa assorbire. Voilà.

#9 L’Oréal Nutri Soft 24h Latte Vellutato Corpo
Questa è la crema idratante che sto usando al momento. Mi piace perché ha un profumo fresco e piacevole, si assorbe in fretta e da una buona idratazione. Unica nota negativa? Non ha il pump. Come tutti i prodotti del brand, la trovate nella grande distribuzione a circa 6 €.

#10 Just Crema al Timo
Questa crema-pomata è favolosa: il profumo di timo è intenso e rilassante e da un effetto rinfrescante ma accogliente allo stesso tempo. È una crema multiuso: mi piace usarla sui piedi o su petto o collo in caso di naso chiuso e raffreddore. La crema è ricca ma non unta ed è ottima per un effetto idratante ma fresco allo stesso tempo. 
#11 Heidrich Guabello Foot Care
Questa è una noiosissima crema piedi, che risale ad una delle prime My Beauty Box. Ve le ricordate quelle scatole che ogni mese promettevano di portarci a casa prodotti di qualità ed innovativi? Ecco, ottima idea, spesso pessimo contenuto. Questa crema non è male, fa il suo lavoro ma non è nulla di che. Idrata e si assorbe in fretta quindi le è concesso di essere usata. A suo tempo avevo fatto una ricerca ed avevo scoperto che questo era un brand di calzature...Mah!

#12 Skarflex-S
Di questa crema vi parlo perché è ottima per il trattamento di cicatrici se, ovviamente, siete costanti e la usate sempre. Ve la consiglio se siete alle prese con una cicatrice post intervento, incidente o altro. La consistenza è quella di una crema-gel che idrata ma si assorbe velocemente. La trovate in farmacia a circa 30 € e questa è la versione arricchita di siliconi che, a quanto mi ha detto il Chirurgo Plastico, aiutano a far ricrescere la pelle liscia senza ispessimenti.

#13 Bio-Oil
Questo prodotto è famosissimo, ed è consigliato per migliorare l’aspetto della pelle in caso di smagliature, cicatrici, colorito non uniforme o pelle disidratata. L’ho acquistato da poco e l’ho usato ancora poco per potermi esprimere sugli effetti ma devo dire che la mattina dopo l’applicazione la pelle è molto morbida ed elastica. Si trova in farmacia e in alcuni supermercati a circa 11 €.

#14 Homeoplasmine
Questa pomata è fantastica, se non la conoscete sappiate che anche se non lo sapete ne avete bisogno. È una crema fortemente idratante, ricca e grassa che riesce a risolvere qualsiasi problema di secchezza della pelle. D’inverno ne aggiungo una goccia alla crema mani per renderla più efficace e potenziarne l’effetto riparatore. Quando ho i lati del naso o della bocca secchi ne applico una quantità minima e la mattina dopo la pelle è perfetta. Si può usare anche sulle cuticole o sulle labbra ed è perfetta per ammorbidire gomiti e ginocchia secche. La trovare in farmacia a circa 10 €. 

Bene, dopo questo papiro infinito, sapete quali sono i miei assi nella manica per l’ora della buonanotte. Accetto volentieri consigli nel caso in cui mi fossi persa qualche altro prodotto miracoloso. 

See you soon,

Jo ♥ 

venerdì 9 maggio 2014

FIRST IMPRESSIONS | Pupa I’m Lipstick

Penso che molte di voi saranno ormai già a conoscenza della promozione I’m Lipstick lanciata da Pupa questo lunedì. Per chi ne sapesse ancora nulla, rimediamo subito. In poche parole, vi basterà accedere a questo indirizzo per poter scaricare il coupon che vi permetterà di acquistare uno dei nuovi rossetti Pupa a 5€ anziché al prezzo consigliato di 12,90 €.
Il buono è utilizzabile una sola volta per ciascuna casella di posta con la quale vi iscrivete. Ciò significa che se avete a disposizione cinque, dieci o quarantasette caselle di posta le potrete utilizzare tutte quante per avere più buoni a disposizione. Quando compilate i vostri dati, vi sarà chiesto di scegliere la profumeria o punto vendita esclusivamente presso la quale potrete acquistare il rossetto utilizzando la promozione.
Io mi son fatta prendere un po' la mano e, dopo aver fatto qualche ricerca online, ho utilizzato le mie tre mail personali per scaricare i tre coupon che, per non fare la pazza seriale, ho sfruttato in tre profumerie diverse (due Douglas ed una Sephora).
Ammetto che, prima di informarmi, non conoscevo la linea di rossetti I’m. Per farla breve, si tratta di una linea composta da ben 40 rossetti, suddivisi in famiglie di colore: naturali-marroni, albicocca-corallo, rossi-arancioni e rosa fucsia.
Nella prima profumeria li ho swatchati praticamente tutti. Non sto scherzando, avevo le mani e gli avambracci imbrattatissimi, sembravo una psicopatica dopo un omicidio efferato! Ho immediatamente escluso i rossi di qualsiasi tonalità perché quelli che possiedo sono sufficienti e non sceglierei mai un rossetto rosso diverso da loro. Per quanto riguarda le altre tonalità, devo dire che non sono rimasta molto colpita. Mi spiego meglio....La gamma di colori è ampissima, davvero, e quando vi trovate di fronte allo stand vi rendere conto che sono moltissimi ma il problema è che, per i miei gusti personali e per la mia carnagione e colore di capelli, quasi tutti erano troppo chiari. I neutri sono pallidi o troppo marroni e so che mi avrebbero fatta sembrare in fase di rigor mortis! Anche molti dei rosa e degli albicocca erano davvero chiari e troppo freddi per una carnagione calda come la mia....Insomma, preferirei evitare anche l’effetto Nicki Minaj!

Alla fine i colori che mi hanno conquistata sono stati questi:

Da sinistra verso destra i colori sono: 405, 407 e 408.

Non credevo che sarebbe potuto accadere ma tutti i colori che ho scelto sono della famiglia dei rosa! Eccoli più nel dettaglio:


# 405 - Electric Fuchsia
Questo fucsia è decisamente neon! Vi dico la verità, non è uno dei miei colori e non ho ancora capito se mi sta bene o no. L’ho comprato solo perché sono sempre stata attratta dal Candy Yum Yum di M.A.C., che non ho mai acquistato perché ero convinta sarebbe rimasto inutilizzato. Questo rossetto Pupa mi è sembrato una degna alternativa per togliermi lo sfizio.
Nel tubetto il colore appare intenso, pieno ed opaco, totalmente privo di qualsiasi particella luminosa.
A proposito di opaco, ci tengo a fare una precisazione. Quando sentite parlare dell’aggettivo opaco per un rossetto, ricordatevi di prestare attenzione a cosa si sta facendo riferimento. Se ad essere opaco è il colore può significare che è privo di shimmer o altro mentre se è riferito al finish significa che ad essere opaco è l’effetto sulle labbra.
Sulle labbra il colore è acceso e vibrante, la texture è sottile e luminosa e non sembra seccare le labbra.

# 407 Intense Fuchsia
Questo è stato il primo rossetto che ho scelto, indubbiamente. Il colore è splendido, un bel lampone intenso e che spesso si fa fatica a trovare. Dallo stick, se siete dotate d una vista da falco, si intravedono minuscole ed infinitesimali particelle riflettenti ma vi posso assicurare che dallo swatch sia sulla mano che sulle labbra non se ne vede nemmeno l’ombra. Dallo swatch e una volta steso sulle labbra perde un pò della sua intensità e si nota di più la nota di rosa rispetto a quella di rosso che prevale alla vista apnea aprite lo stick. Rispetto al primo, la texture è leggermente meno scorrevole e la formula un po’ meno idratante. Secondo me questo colore, essendo abbastanza scuro, è perfetto non solo nella bella stagione ma anche in autunno.
Quello che ha reso particolarmente interessante a molte questo rossetto è il fatto che assomiglia al celeberrimo Girl About Town di M.A.C., tanto che alcuni hanno parlato di un vero e proprio dupe. Secondo la mia opinione, il finish è praticamente identico, sia a livello di texture che a livello di effetto una volta indossato. Parlando di colore, però, se ci si limita a vedere il colore così come appare dallo stick, non pare che possano essere così simili: Girl About Town appare non solo più chiaro ma anche decisamente più freddo rispetto al 407 di Pupa, che contiene una nota di rosso piuttosto evidente. Ciò nonostante, una svolta swatchati, la differenza tra i due si nota meno. Il rossetto M.A.C. è comunque più freddo ed un pochino più chiaro di quello Pupa ma la differenza diventa un pochino molto meno percettibile. Purtroppo dagli swatches non sono stata in grado di cogliere le differenze ma vi assicuro che dal vivo i sottotoni diversi si notano eccome.

A sinistra, swatch di Girl About Town di M.A.C. e, a destra, del 407 di Pupa.

# 408 Misterious Pink
Questo color your lips but better è stato il secondo ad aver attirato la mia attenzione. È un rossetto color labbra leggermente rosato che trovo perfetto per tutti i giorni. Anche stavolta, il colore appare pieno e senza nessun riflesso. Su di me, questo rossetto aggiunge appena una nota rosata al colore delle mie labbra. Come formula, mi sembra più simile al 407 che al 405.

Da quello che ho potuto notare dai rossetti che ho preso e da tutti quelli che ho provato sulle mani, in termini di paragone con i rossetti M.A.C., il finish a cui si avvicinano questi rossetti Pupa è quello dei creemsheen (tendenzialmente per le colorazioni meno intense) e degli amplified (per quelle più intense). Per quanto riguarda la profumazione, si sente abbastanza l’odore di vaniglia. È un profumo che io adoro ma, mi spiace Pupa, quelli M.A.C. sono ancora più buoni!

Da quello che ho potuto provare in questi giorni, i rossetti mi sembrano molto validi. Non ho ancora potuto fari un’opinione più approfondita ma ho ritenuto di dovervene parlare prima possibile per darvi la possibilità di conoscere questi rossetti finché la promozione è ancora valida.
Certamente 5€ è un prezzo vantaggiosissimo e io vi consiglio di approfittare dell’offerta il prima possibile prima che gli stand vengano razziati da orde di ragazze e donne fameliche. Il buono è scaricabile fino al 18 maggio ed usufruibile fino al 31 dello stesso mese.
Voi quale sceglierete?

Have a nice day,

Jo ♥